Visual Studio Code si aggiorna alla versione 1.4

Se avete bisogno di un editor di codice potente, abbastanza “leggero” e soprattutto gratuito, Visual Studio Code potrebbe rappresentare una buona alternativa da prendere in considerazione.

La versione 1.4 del software open source di Microsoft, rilasciata lo scorso 19 luglio, è adesso abbastanza stabile dopo che la 1.0 aveva visto la luce il 15 aprile, data nella quale Visual Studio Code si era presentato agli sviluppatori come un prodotto incentrato principalmente su JavaScript e TypeScript. Col passare delle settimane, però, l’editor ha inglobato numerosi altri linguaggi, supportati da un migliaio di estensioni. Si può pensare, vista la sua evoluzione, che questo prodotto esprima al meglio una delle peculiarità principali della “nuova filosofia” dell’azienda di Redmond, ossia quella dell’apertura sempre più marcata verso il mondo open source.

Fra le principali caratteristiche di Visual Studio Code ricordiamo:

  • È cross-platoform, visto che funziona su Windows, OS X e Linux;
  • Supporta oltre 30 linguaggi di programmazione (fra questi C#, C++, HTML, Java, Python, PHP, oltre ai già citati JavaScript e TypeScript) e relative estensioni;
  • Mette a disposizione degli sviluppatori strumenti di debugging avanzato;
  • Supporta ASP.NET e Node.js;
  • Permette un controllo dei flussi di lavoro con la tecnologia Git, con push e pull di codice.

Per scaricare Visual Studio Code sul proprio pc è sufficiente cliccare su questo link, mentre per consultare la documentazione, sufficiente ma in continuo aggiornamento, è possibile visitare questa pagina (in inglese). Qui di seguito, nella foto, uno screenshot dell’editor preso dal blog di John Papa.Visual Studio Code

 

Nota a margine: anche in Code Architects stiamo utilizzando Visual Studio Code. Per qualsiasi informazione o richiesta di consulenza su questo editor non esitate a contattarci cliccando qui e compilando il form.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *